Nel mondo moderno, puntare sull’eccellenza e sulla qualità dei prodotti e servizi è spesso la sola strada possibile per competere in un mercato globale.

Il controllo qualità ha un’importanza cruciale per le aziende che mirano a mantenere il proprio vantaggio competitivo, a ridurre i costi, far crescere il proprio business e a migliorare costantemente.

Ma quando le cose non vanno come dovrebbero, i problemi legati alla qualità possono aumentare i costi della produzione, minacciando così i margini di guadagno.

Quali tipi di controllo della qualità vengono utilizzati nel manifatturiero?

Il controllo della qualità nel settore manifatturiero comporta una serie di attività volte a garantire che i prodotti realizzati rispondano alle specifiche richieste dal cliente. Queste attività comprendono il controllo dei materiali in ingresso, il controllo durante il processo di produzione e il controllo dei prodotti finiti.

Il controllo della qualità è tipicamente effettuato sulla base di piani di controllo interni che definiscono tutte le attività di controllo, insieme alle procedure applicabili e ai criteri di accettabilità – è inoltre importante che le attività di controllo effettuate dagli operatori siano registrate per poter effettuare analisi statistiche e per poter accertare, a posteriori, se le attività siano state davvero fatte e da chi.

Infine, il controllo qualità si concentra sui prodotti finiti, con l’obiettivo di garantire che siano conformi alle specifiche richieste dal cliente. Questa fase include test, ispezioni e verifiche di conformità che vengono effettuati prima della consegna del prodotto.

Controllo qualità in ingresso

Il controllo dei materiali in ingresso è fondamentale in quanto impedisce che vengano immessi nel processo produttivo materiali non conformi, evitando sprechi di risorse. Esso si accompagna spesso alla verifica che i fornitori siano adeguatamente qualificati. Il controllo in ingresso potrà essere sia documentale — verificando i certificati presentati dai fornitori —, che effettuando i test previsti direttamente presso il fornitore o presso i propri impianti.

Può assumere la forma di test visivi, dimensionali, o l’esecuzioni di test specifici per il tipo di industria, al fine di garantire che siano soddisfatte le specifiche di progettazione prima di entrare in produzione. Ad esempio, può includere controlli per la data di scadenza per settori come il food e i prodotti farmaceutici.

Controllo qualità durante il processo di produzione

Il controllo qualità effettuato durante il processo produttivo ha lo scopo di impedire che problemi legati a documenti superati, macchinari in cattivo stato di manutenzione o semplicemente alla disattenzione del personale possano portare a prodotti o servizi che non rispettino le aspettative del cliente.

L’idea è quella di monitorare e individuare i problemi di qualità prima che si verifichino o mentre si verificano, per ridurre eventuali abbassamenti nel livello della qualità ed evitare scarti o rilavorazioni.

Ispezione finale

L’ispezione finale avviene quando il tecnico della qualità effettua misurazioni dei beni finiti per assicurarsi che siano stati prodotti secondo le specifiche richieste. Questa fase può includere molti dei controlli utilizzati anche per l’ispezione in-process, ed è essenziale per garantire che il prodotto finito rispetti i requisiti di qualità contrattuali, per soddisfare pienamente il cliente.

Perché è importante il controllo qualità?

Il controllo di qualità nella produzione è importante per diverse ragioni. In primo luogo, un controllo di qualità efficiente permette di monitorare i processi produttivi dell’azienda verificando che siano progettati correttamente e che e funzionino come previsto. Un processo ottimizzato in tutte le sue parti è una delle condizioni per ottenere prodotti manifatturieri di qualità. La segnalazione di troppi problemi di qualità, invece, può indicare che i processi produttivi sono stati pensati male o che vi siano delle problematiche, legate ad esempio all’approvigionamento delle materie prime, oppure alla gestione della documentazione o del personale.

In secondo luogo, il controllo qualità è essenziale per il monitoraggio dei costi. Lo scarto di materiali in ingresso a causa di una scarsa qualità non solo segnala problemi nella catena di approvvigionamento e nel sistema di acquisto, ma può aumentare i costi di produzione generando dei ritardi nel processo. I problemi di qualità che richiedano scarti o rilavorazioni durante il processo produttivo sono tanto più costosi quanto più avanti nel processo essi vengono evidenziati.

Un prodotto finito respinto a causa della qualità insufficiente costerà all’azienda ben più dei materiali all’inizio della produzione.

Infine, il controllo qualità è vitale per la reputazione del marchio dell’azienda. Un abbassamento nella qualità può comportare ritardi nei tempi di consegna, minacciare la soddisfazione del cliente e creare il rischio che i clienti fedeli abbandonino il marchio per rivolgersi a opzioni migliori.

Come implementare il controllo qualità nel settore manifatturiero?

Naturalmente, non è sufficiente credere semplicemente nell’importanza del controllo di qualità. Mentre capirlo è importante, il secondo passo è iniziare a mettere in pratica questi concetti e progettare e implementare metodi efficienti di controllo di qualità nei processi di produzione.

Ecco alcuni dei nostri migliori consigli per impostare standard di controllo di qualità efficaci nel settore manifatturiero.

Pensa come un team

Per garantire standard efficaci di controllo della qualità nella produzione, è importante coinvolgere ogni team e dipartimento nella ricerca di una qualità migliorata. Ciò significa abbracciare l’idea di lavorare insieme come collettivo e chiedere l’aiuto e le idee di tutti nel supportare e implementare strumenti per ottimizzare i processi collaborativi e la condivisione di informazioni in tempo reale ed in modo strutturato.

Pensa come il cliente

Per identificare le opportunità di miglioramento, è fondamentale sforzarsi di adottare la mentalità del cliente. Le aziende possono cercare di mettersi nei panni del cliente e identificare le aree in cui il prodotto potrebbe essere migliorato. In questo modo, essi possono acquisire preziose informazioni su ciò che i clienti vogliono e di cui hanno bisogno dai loro prodotti e lavorare per soddisfare tali aspettative.

Risolvi i problemi prima della consegna al cliente

Le aziende dovrebbero cercare di risolvere i problemi internamente prima che i prodotti vengano consegnati ai clienti. Se c’è qualche indicazione che qualcosa potrebbe non andare con un prodotto, è importante continuare a lavorare su di esso finché il team non è certo che il prodotto funzionerà come dovrebbe.

Le aziende non dovrebbero accontentarsi di soluzioni parziali quando si tratta di risolvere i problemi. Dovrebbero cercare di risolvere ogni problema al 100% e assicurarsi che i problemi non riappaiano dopo diversi mesi di utilizzo. Questo perché è più economico ed efficiente risolvere il problema fin dall’inizio anziché doverlo sistemare dopo che un cliente l’ha già scoperto. Assicurandosi che i prodotti siano privi di problemi prima della consegna al cliente, le aziende possono anche evitare di danneggiare la loro reputazione.

InspecTeam e il controllo qualità

InspecTeam è un’azienda che si dedica all’ispezione della qualità in vari settori, tra cui la produzione manifatturiera. Il controllo qualità nella produzione è essenziale per garantire che i prodotti siano conformi agli standard di qualità e che soddisfino le esigenze dei clienti. InspecTeam offre servizi di ispezione, audit ed expediting per garantire che le aziende manufatturiere rispettino i requisiti contrattuali.

Inoltre, InspecTeam collabora con le aziende per ottimizzare le procedure relative all’assicurazione e al controllo della qualità. La nostra esperienza e competenza nel campo della qualità consentono di ottimizzare i processi e di fornire soluzioni per garantire la conformità ai requisiti di qualità.